28/05/2018
L’Unione esprime la propria solidarietà all’Avvocatura barese ed a tutti gli operatori della giustizia del circondario.

L’Unione delle Camere Penali Italiane esprime la propria solidarietà e vicinanza alla intera Avvocatura barese ed a tutti gli operatori della giustizia del circondario costretti a far fronte ad una emergenza la cui responsabilità è da addebitarsi alla inerzia della politica e delle Autorità amministrative competenti.

L’Unione delle Camere Penali Italiane, preso atto del comunicato dell’Ordine degli Avvocati e della Camera Penale di Bari del 24 maggio u.s. in cui si denunzia all’opinione pubblica la gravissima situazione per la amministrazione della giustizia a Bari, nel condividere e fare proprio quanto denunziato, segnalato e richiesto dalla Camera Penale di Bari e dal Consiglio dell’Ordine di Bari, esprime la propria solidarietà e vicinanza alla intera Avvocatura barese ed a tutti gli operatori della giustizia del circondario costretti a far fronte ad una emergenza la cui responsabilità è da addebitarsi alla inerzia della politica e delle Autorità amministrative competenti stante le carenze da anni denunziate e mai prese adeguatamente in considerazione.

Invita il Ministero della Giustizia, i Capi degli Uffici giudiziari il Prefetto ed il Sindaco di Bari e tutte le autorità competenti, stante la gravissima situazione di emergenza in corso, a mettere immediatamente in atto tute le iniziative necessarie al fine di consentire al più presto la ripresa della amministrazione della giustizia penale nel circondario di Bari, individuando soluzioni che non pregiudichino ulteriormente la situazione e consentano a tutti gli operatori di poter effettivamente svolgere il proprio ruolo nell’interesse della collettività.

Pubblichiamo la Delibera