14/03/2019
Tavolo ministeriale: al centro del confronto le tre aree di intervento indicate da UCPI

Ieri una delegazione UCPI ha ribadito la propria posizione nel corso dell’incontro al tavolo ministeriale, conclusosi in tarda serata. Un breve resoconto.

Ieri al tavolo ministeriale, conclusosi in tarda serata, sono state poste nuovamente al centro del confronto le tre aree tematiche individuate per l’intervento di razionalizzazione della ragionevole durata del processo.

Il rafforzamento della funzione di filtro dell’udienza preliminare, l’estensione dell’ambito di applicazione del patteggiamento e nuove regole per l’ammissione del giudizio abbreviato condizionato; questi i punti sui quali si sono verificate significative convergenze tra tutte le rappresentanze dell’Avvocatura e ANM, oltre che sulla definizione di una ipotesi di ristrutturazione del sistema sanzionatorio delle contravvenzioni.

La delegazione UCPI ha illustrato le proprie proposte e le osservazioni critiche sui punti della bozza ministeriale, in particolare ribadendo la netta contrarietà alla ipotesi di immotivata espansione del giudizio immediato e alle limitazioni al diritto all’appello.

Verificate positivamente le condizioni per la continuazione delle consultazioni, il Ministro ha inteso prevedere una ulteriore riunione per approfondire la discussione limitata ai temi sui quali, pure sottolineando sensibilità e prospettive diverse, Avvocatura e Magistratura associata possano verificare la possibilità di convergenze.

 

Roma, 14 marzo 2019